A Parma, Donna Sport lancia un concorso per le giovani atlete

13 Dicembre 2011

(Parma, 12 dicembre 2011) – In occasione dell’incontro di basket femminile di serie A1 Lavazzini Parma Vs BraccoGeas Sesto S.G, il Gruppo Bracco conferma l’impegno a favore dello sport femminile con il progetto Donna Sport. All’interno del Palaciti di Parma è stato allestito un punto informativo multimediale sul progetto Donna Sport con immagini e interviste alle grandi atlete italiane.

Da Fiona May a Sara Simeoni, da Federica Pellegrini a Francesca Schiavone, da Manuela Di Centa a Valentina Vezzali fino a Mabel Bocchi, testimonial del progetto, che ha cosi’ commentato: ”Il progetto Donna Sport del Gruppo Bracco mette al centro la donna, la giovane, ma soprattutto la giovane che fa sport e che va a scuola. Si vuole sottolineare il legame tra Sport e Scuola perché sono due situazioni che consentono alle ragazze che vanno incontro alla vita di avere successo. Il Gruppo Bracco ci crede, ci crede fortemente. Il detto mens sana in corpore sano e’ più che mai attuale”

Il progetto Donna Sport, durante la sua tappa parmense di domenica 11 dicembre, ha dato vita ad una estrazione di braccialetti sui quali sono stati indicati dei valori centrali dello sport. I vincitori  hanno ricevuto in regalo un pallone da basket (per visualizzare il regolamento completo, clicca qui).

L’iniziativa di Parma si colloca in un progetto più ampio del Gruppo Bracco che con Donna Sport ha bandito un concorso nazionale destinato a giovani atlete di tutte le discipline sportive federate con il Coni per assegnare riconoscimenti per meriti sportivi e scolastici. Al termine del concorso le migliori atlete saranno premiate con un viaggio a Londra in occasione delle olimpiadi 2012, un tablet pc e buoni da spendere nell’acquisto di libri, dvd e cd.  Sono già numerose le candidature presentate presso il sito www.donnasport.it

La terza tappa del progetto Donna Sport e’ stata anche l”occasione per Micaela Colamasi, rappresentante del Gruppo Bracco, di fare il punto sul significato morale e sulla utilità sociale del progetto: ”Il Gruppo Bracco crede molto nei giovani e nei giovani che fanno sport. Seguiamo da circa dieci anni circa quattromila ragazzi divisi in otto discipline sportive in quindici squadre. Con il nostro progetto vogliamo valorizzare in particolare la figura femminile nello sport. Per questo e’ molto importante essere qui a Parma per la terza tappa di Donna Sport. Quindi, Donna Sport  un percorso, un progetto, ma anche un messaggio di solidarietà che vuole aiutare i bambini sfortunati. In particolare la fondazione Francesca Rava impegnata a favore dei i bambini di Haiti”.

 

Guarda la Gallery fotografica